La leggenda del Bocolo di San Marco

25 APRILE E LA FESTA DEI VENEZIANI FRA MITI, LEGGENDE E ANTICHE TRADIZIONI. ”Tra le mani, raccolte sul petto, un bocciolo di rosa, rosso sangue, tornato fresco come se fosse appena stato colto, simbolo dell’amore che non si spegne, di un sentimento che non conosce il tempo e le età della vita.” In questa data ricorre la morte di San Marco, discepolo di Paolo e autore del “Vangelo secondo Marco”, le cui reliquie, che si trovavano in terra islamica ad Alessandria d’Egitto, furono avventurosamente traslate a Venezia nell’anno 828 da due leggendari mercanti veneziani: Buono da Malamocco e Rustico da Torcello. Si tramanda che per trafugare ai Musulmani il prezioso.