Escursioni in bici: Il cuore della Riviera

ESCURSIONI IN BICI – PROGRAMMA 2016

Il cuore della Riviera del Brenta: da Oriago a Stra (giornaliero – partenza ore 09:00 – 30 km)
Pedalando lungo il cuore della Riviera del Brenta alla scoperta della centenaria piazza di Oriago e del suo mercato, della contrastata vendita dei preziosi affreschi di Villa Contarini a Mira e dell’affascinante storia della Seriola, il canale che riforniva di acqua la città di Venezia. Breve sosta a Dolo, nell’Isola di Maltempo, la parte più antica della cittadina con lo Squero e i Mulini del ‘500 e la Conca del 1625. Partenza verso Stra. Pranzo al sacco nel parco comunale lungo il Naviglio del Brenta.

DATE 2016*: 01 Maggio, 05 Giugno, 03 Luglio, 07 Agosto, 04 Settembre, 02 Ottobre. *Domenicaalmuseo: Villa Pisani apertura gratuita. In collaborazione con Riviera del Brenta Bike

Foto di copertina di Mattia Zillio: “Lo Squero di Dolo”.

LA RIVIERA DEL BRENTA: UN PO’ DI STORIA

Tra Padova e Venezia, lungo le sponde del fiume Brenta, si snoda un affascinante percorso fatto di storia, cultura e bellezze architettoniche. E’ la Riviera del Brenta.
Grazie alla sua particolare posizione strategica, e alla Repubblica della Serenissima, tra il Cinquecento e il Settecento questo placido fiume e il territorio circostante conobbero un periodo di grande splendore, reso manifesto dai numerosi e pregiati palazzi di villeggiatura dei ricchi patrizi veneziani. Per progettare gli edifici vennero chiamati grandi architetti e pittori tra cui il Palladio, lo Scamozzi, il Longhena, il Frigimelica, lo Zelotti, i Tiepolo. Queste meravigliose residenze venivano utilizzate dai nobili veneziani come punto di riferimento per il controllo degli affari nell’entroterra ma anche per periodi di svago e riposo.

Per scoprire queste meravigliose architetture e la loro atmosfera seducente occorre percorrere l’itinerario che segue il corso del fiume Brenta. L’elemento predominante durante l’intero percorso è l’acqua con i suoi giochi di luci e ombre riflesse e gli effetti sorprendenti regalati dagli armoniosi salici che ne lambiscono le rive. Dopo è tutto un susseguirsi di ville, ognuna con il proprio attracco al fiume, il parco curato e molto spesso ornato di statue e giochi d’acqua.

La regina può essere considerata la monumentale Villa Pisani di Stra, edificio in cui si sposano l’apice dell’architettura settecentesca e il fasto del Barocco. All’interno si trovano ben 114 stanze e poi statue, stucchi e affreschi opera di grandi maestri tra i quali spicca il nome di Gian Battista Tiepolo. Merita senz’altro una visita anche il meraviglioso parco. L’itinerario comprende altre ville di pregevole valore architettonico come Villa Foscarini Rossi, Villa Alessandri, la Barchessa Valmarana e Villa Widmann Rezzonico Foscari e il capolavoro palladiano di Villa Widmann Foscari detta “La Malcontenta”, a cui è legata anche una curiosa leggenda.

Villa Pisani

Impossibile elencare tutte le meraviglie architettoniche che si incontrano lungo la Riviera del Brenta. Il suggerimento è quello di concedersi una breve vacanza: il periodo migliore è quello primaverile o estivo durante il quale effettuare piacevolissime escursioni in bicicletta.

Villa Malcontenta